Wellthy: per il trattamento e la cura dell'obesità/sovrappeso - Kinesis Med

WELLTHY

IL PROGETTO WELLTHY

Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un percorso terapeutico multidisciplinare per il trattamento e la cura dell’obesità (e del sovrappeso), patologia in forte aumento in Italia ed in Veneto, oltre a tutte le patologie croniche e dismetaboliche, quali concause della stessa. Il Centro medico Kinesis con il progetto Wellthy propone al paziente un percorso di cura a medio/lungo termine.

Con il fine di ottenere una perdita di peso corporeo, inducendo un miglioramento ed una stabilizzazione dei parametri di salute (pressione arteriosa, esami ematochimici, etc…), viene effettuata un’attenta valutazione medica, prescritto un adeguato piano farmacologico e stimolato il metabolismo con la ginnastica medica ed un controllo alimentare studiato da un professionista sanitario.

A chi si rivolge il Progetto Wellthy?

Il Centro Medico Kinesis con il “PROGETTO WELLTHY”, si pone come punto di riferimento del territorio per la cura:
– di pazienti OBESI (con Indice di Massa Corporea BMI superiore a 30);
– di pazienti SOVRAPPESO (con Indice di Massa Corporea BMI superiore a 27) ed in presenza di almeno una comorbidità correlata al peso quali disglicemia (prediabete o Diabete Mellito tipo II), ipertensione arteriosa, dislipidemia (elevati valori di colesterolo e trigliceridi nel sangue), o apnea ostruttiva nel sonno.

Il percorso terapeutico WELLTHY prevede l’esecuzione di approfondimenti diagnostici necessari per l’INQUADRAMENTO del paziente e per l’eventuale prescrizione del trattamento farmacologico più idoneo.
Il team dedicato prevede anche il coinvolgimento di:
– un medico specialista in SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE;
– un medico specialista in GASTROENTEROLOGIA;
– un team di FISIOTERAPISTI altamente formati.
Gli accertamenti in ambito medico comprendono:
-Valutazione Clinica del paziente; Esami ematochimici; Esami strumentali;
Eventuali accertamenti diagnostici con altri specialisti.
Successivamente, il paziente inizierà un percorso di trattamento farmacologico, un controllo alimentare studiato dal medico DIETOLOGO e l’ausilio del FISIOTERAPISTA.

Il Dott. Georgios Anastassopoulos

Il dott. Georgios Anastassopoulos, medico chirurgo specializzato in Medicina Interna nel 2012 presso l’Università di Padova, epatologo con Master di II Livello in Nutrizione Clinica, Diabetologia e Metabolismo ed in Medicina Vascolare, si occupa di patologie epatiche, dell’inquadramento e della gestione del paziente sovrappeso ed obeso e della gestione dei rischi cardiovascolari dei pazienti dislipidemici. Il Medico Internista è specializzato in medicina interna e si occupa della “visione globale del malato”, chiamata ad approfondire lo studio sulle patologie di tutti gli organi di un individuo (cuore, polmoni, reni, fegato ecc).

Indice di massa corporea



Sulla base dei dati che hai indicato:
– Il tuo BMI è:

Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un percorso terapeutico multidisciplinare per il trattamento e la cura dell’obesità (e del sovrappeso), patologia in forte aumento in Italia ed in Veneto, oltre a tutte le patologie croniche e dismetaboliche, quali concause della stessa. Il Centro medico Kinesis con il progetto Wellthy propone al paziente un percorso di cura a medio/lungo termine.

Con il fine di ottenere una perdita di peso corporeo, inducendo un miglioramento ed una stabilizzazione dei parametri di salute (pressione arteriosa, esami ematochimici, etc…), viene effettuata un’attenta valutazione medica, prescritto un adeguato piano farmacologico e stimolato il metabolismo con la ginnastica medica ed un controllo alimentare studiato da un professionista sanitario.

 

Elastometria Epatica: cos’è il Fibroscan?

Il Fibroscan (Elastometria epatica) è un esame diagnostico, indolore e non invasivo, utile a tenere sotto controllo l’evoluzione di alcune malattie del fegato, come l’epatite B, l’epatite C, la steatosi epatica non alcolica (NAFLD), etc. L’esame si effettua grazie ad una sonda ad ultrasuoni montata su un sistema vibrante.

La sonda viene appoggiata sull’addome superiore in corrispondenza del lobo destro del fegato. L’impulso, emesso dalla vibrazione meccanica, genera un’onda elastica attraverso il fegato, la cui velocità varia a seconda che l’organo sia sano o che ci siano fibrosi e/o cirrosi (in questo caso i tessuti saranno più rigidi).

La sonda, collegata a un computer, rileva la velocità con cui le vibrazioni meccaniche raggiungono il fegato e la traduce in dati numerici, indicanti lo stato di salute del fegato. Per questo tipo di esame è richiesto il digiuno.

È possibile ripetere il Fibroscan nel tempo.

 

Che cos’è l’Obesità?

L’obesità è una malattia cronica caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo a causa di una alimentazione scorretta e di una vita sedentaria.
E’ una patologia che presenta disagi quotidiani come:
– La percezione estetica dei pazienti.
– Inefficienza fisica che limita anche i movimenti banali, ma soprattutto, è correlata a problematiche legate alla salute.

L’obesità è una malattia cronica, recidivante, che si associa a numerose COMORBIDITA’ tra le quali:
Problematiche di tipo cardio-metabolico: ipertensione arteriosa, infarto del miocardio, ictus, diabete mellito (tipo I e II), ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, iperuricemia, steatosi e steatoepatite non alcolica (NAFLD);
Problematiche funzionali: come nelle malattie respiratorie (SINDROME DELLE APNEE NOTTURNE ed alcune forme di ASMA), a MALATTIE OSTEO-ARTICOLARI e ad una maggior PREDISPOSIZIONE AI TUMORI.
Si associa inoltre a disturbi psicologici che possono essere l’effetto o la causa dell’evento obesità e a problematiche di natura sociale (stigmatizzazione).

In Italia, i pazienti obesi rappresentano circa il 12% della popolazione di cui circa il 4% sono gravemente obesi, mentre i pazienti in sovrappeso ammontano al 35%. Questo vuol dire che circa la metà degli Italiani ha un PESO ECCESSIVO, con particolare concentrazione al Sud e nelle Isole.

Esistono delle CLASSI DI OBESITA’ che ci permettono di classificare il livello di gravità della patologia:
OBESITA’ DI CLASSE I, che si configura con un Indice di Massa Corporea (BMI) fra 30 e 35
OBESITA’ DI CLASSE II, con BMI fra 35 e 40.
OBESITA’ DI CLASSE III, con BMI fra 40 e 50.
– e SUPEROBESITA’, con valori di BMI superiori a 50.
L’Indice di Massa Corporea insieme alle COMORBIDITA’ è uno degli elementi che ci permette di stabilire la gravità della malattia e le strategie terapeutiche. Quindi è necessario stadiare i pazienti affetti da obesità (CLASSE DI OBESITA’, GRAVITA’ DELLA MALATTIA, PRESENZA DI COMORBIDITA’) per definire il miglior approccio terapeutico.

Nel percorso terapeutico verranno valutate e corrette lo stile di vita e le abitudini di vita del paziente, potrà essere affiancata una terapia farmacologica e, talvolta, consigliata la chirurgia bariatrica.

Vista la gravità delle patologie correlate all’obesità, si rende necessario un trattamento multidisciplinare e continuativo. Infatti, è prevista l’interazione ed il coinvolgimento di diverse figure tra le quali il MEDICO INTERNISTA, il CHIRURGO, il CARDIOLOGO, l’EPATOLOGO, il GASTROENTEROLOGO, l’ORTOPEDICO, il DIETOLOGO, il FISIATRA, FISIOTERAPISTI e PSICOLOGI.
Queste figure hanno un ruolo fondamentale e determinante per la gestione e il monitoraggio del percorso terapeutico.

 

Il percorso per paziente obeso e sovrappeso

Per quanto riguarda il paziente obeso la prassi sarà la seguente:

  • 1° accesso: Visita medica con il Dott. Anastassopoulos:
  1. Presa in carico del paziente:
    -valutazione dello stile di vita ed abitudini alimentari.
    -valutazione clinica: misurazione del peso, altezza e determinazione del BMI, misurazione della circonferenza dell’addome e del collo, raccolta anamnestica per identificare la presenza di fattori di rischio cardiovascolari o altre malattie correlata all’obesità, stadiazione del paziente sec. EOSS.
  2. Esami ematochimici: (Emocromo con formula, ALT, AST, gGT, fosfatasi alcalina, bilirubina totale e frazionata, elettroforesi delle proteine plasmatiche, glicemia, insulinemia, emoglobina glicata, colesterolo totale, HDL-colesterolo, trigliceridi, azotemia, creatinina, sodio, potassio, uricemia, TSH, ferro, ferritina, vitamina D, PCR, anticorpi anti-nucleo).
  3. Ecografia dell’addome superiore.
  4. Elastometria Epatica.

Eventuali accertamenti diagnostici con altri specialisti:

  1. Visita cardiologica: ECG, eventuale Ecocardiogramma e Test Ergometrico, Ecocolordoppler dei TSA.
  2. Visita Endocrinologica: Ecografia tiroidea.
  3. Visita Chirurgica: per i pazienti candidati alla Chirurgia Bariatrica.

 

  • 2° accesso (dopo 4 settimane): Visita di valutazione per la titolazione della terapia.
  • 3° accesso (dopo 16 settimane): Visita medica con esami ematochimici di controllo + Elastometria Epatica di controllo (solo per pazienti obesi).
  • 4° accesso (dopo 32 settimane – 48 settimane per i pazienti sovrappeso): Visita medica con esami ematochimici di controllo.
  • 5° accesso (dopo 52 settimane solo per pazienti obesi): Visita medica con esami ematochimici di controllo ed esami strumentali di controllo.
  • Successivi controlli semestrali o annuali.

Programmi attuabili dopo il 1° accesso

  1. Ginnastica medica con fisioterapista per training metabolico.
  2. Visita psicologica: terapia di gruppo ed eventuale individuale.
  3. Visita dietologica: anamnesi alimentare con valutazione dello stato nutrizionale ed elaborazione di una dieta.
  4. Trattamenti di Chirurgia Plastica Ricostruttiva e/o di Medicina Estetica.

 

YOUR SPECIALIST

Dott.GEORGIOS ANASTASSOPOULOS
medico specialista in Medicina Interna

NON HAI TROVATO COSA STAI CERCANDO?

Lasciaci i tuoi recapiti per poterti contattare!

    Top