PRP - PLASMA RICCO DI PIASTRINE - Kinesis Med

PRP – PLASMA RICCO DI PIASTRINE

PRP, di che terapia si tratta

Il PRP, plasma ricco di piastrine, anche definito gel autologo di piastrine, è una terapia infiltrativa che utilizza un preparato ottenuto dalla filtrazione e centrifugazione del sangue venoso autologo (cioè del paziente stesso), grazie al cui meccanismo si ottiene un concentrato ricco di piastrine in una piccola quantità di plasma.

A chi è adatta la terapia PRP

Questo trattamento stimola la rigenerazione dei tessuti ed è l’ideale per chi deve trattare un dolore o una sintomatologia infiammatoria.
Nello specifico la terapia infiltrativa PRP è rivolta ai pazienti affetti da patologie degenerative (artrosi), patologie legamentose, articolari acute e croniche (lesioni meniscali, lesioni lca e recupero post-operatorio). Con questa terapia si curano anche tendinopatie inserzionali, lesioni muscolo tendinee, condropatie, lesioni cartilaginee, tendiniti/tendinosi, ritardo nella consolidazione fratture e rigenerazione tissutale.

MEDICI RESPONSABILI

DAVIDE TIETTO

dott. Davide Tietto

Chirurgo Ortopedico Specialista in Ortopedia e Traumatologia Sportiva ed Esperto in Medicina Rigenerativa.

Davide Bertolini

dott. Davide Bertolini

Chirurgo Ortopedico Specialista in Ortopedia e Traumatologia. Esperto in Medicina Rigenerativa.

Cosa vuol dire sottoporsi a tecnica infiltrativa PRP

Il sangue del paziente viene prelevato, filtrato e centrifugato a velocità variabili fino a che si separa in tre strati: plasma povero di piastrine (platelet poor plasma PPP), plasma ricco di piastrine (platelet rich plasma PRP), e globuli rossi (red blood cells).

La prima centrifuga separa il plasma povero di piastrine (PPP) dalla frazione rossa e plasma ricco di piastrine (PRP). La seconda rotazione separa la frazione rossa dal PRP. Il materiale con il più alto peso specifico (PRP) viene depositato sul fondo della sacca. Immediatamente prima dell’applicazione, viene aggiunto un attivatore piastrinico/agonista per attivare la cascata della coagulazione, producendo il gel piastrinico. Questo trattamento produce una concentrazione piastrinica da 3 a 5 volte a quella del plasma nativo.

Una seduta di trattamento infiltrativo PRP dura circa 20 minuti.

Scarica l’Informativa paziente

NON HAI TROVATO COSA STAI CERCANDO?

Lasciaci i tuoi recapiti per poterti contattare!

Top