Atrofia Vulvo Vaginale: Sintomi, cure, rimedi e Laser - Kinesis Medical Center

L’atrofia Vulvo Vaginale

CHE COSA È L’ATROFIA VAGINALE?

L’atrofia vulvo-vaginale (AVV) rappresenta una condizione comune che colpisce 1 donna su 2 in Italia. 

Questa patologia, troppo spesso sottovalutata, è legata principalmente alla diminuzione dei livelli di estrogeni, e si verifica principalmente nelle donne durante la menopausa o in altre fasi della vita in cui si verifica una diminuzione significativa dei livelli di estrogeni, come dopo il parto o durante il trattamento del cancro al seno. Questa diminuzione degli estrogeni porta a un assottigliamento delle pareti vaginali, a un’irritazione e a una sensazione di secchezza. 

Le conseguenze possono essere notevoli, poiché la secchezza vaginale può causare disagio durante i rapporti sessuali, prurito e aumentare il rischio di infezioni vaginali.

Le conseguenze dell’atrofia vulvo-vaginale si estendono oltre i sintomi fisici, creando disagio emotivo e psicologico nelle donne colpite. La presenza di sintomi intimi può generare vergogna e imbarazzo, portando molte donne a trascurare questa patologia e ad evitare di cercare aiuto professionale.

atrofia vulvo vaginale

QUALI SONO I SINTOMI DELL’ATROFIA VAGINALE?

L’atrofia vaginale è una condizione che può manifestarsi attraverso diversi sintomi, che possono variare in intensità da persona a persona. Uno dei sintomi principali è la secchezza vaginale, che può provocare sensazioni di prurito e bruciore nella zona intima. Questo disagio può essere accompagnato da perdite vaginali, spesso caratterizzate da un cattivo odore persistente.

Tra i sintomi più comuni dell’atrofia vaginale vi è poi anche la sindrome dell’atrofia uro-genitale, che può causare problemi a livello del tratto urinario. Questi sintomi includono un aumento della frequenza urinaria, un improvviso e irrefrenabile stimolo a urinare, oltre a possibili infezioni del tratto urinario.

Le donne che soffrono di atrofia vaginale possono inoltre manifestare dolore durante i rapporti sessuali con il partner, noto come dispareunia, e ciò è dovuto alla perdita di elasticità e tonicità dei tessuti vaginali. Questo può portare a un calo del desiderio sessuale, accentuato dal contemporaneo calo del testosterone nelle donne postmenopausa.

Altri sintomi che possono manifestarsi includono cambiamenti nel colore della pelle e delle mucose dei genitali esterni, bruciore e dolore durante la minzione e spotting dopo i rapporti sessuali.

atrofia vulvo vaginale

COME INFLUISCE SULLA SESSUALITÀ DELLA DONNA?

L’atrofia vulvo-vaginale (AVV) non solo influisce sulla salute fisica delle donne, ma ha anche un impatto significativo sulla loro vita relazionale e sessuale. Molte donne che soffrono di questa condizione evitano l’intimità con il partner a causa dei rapporti sessuali dolorosi, noti come dispareunia. La mancanza di lubrificazione vaginale contribuisce a rendere i rapporti intimi più dolorosi e meno soddisfacenti, portando talvolta alla rinuncia all’intimità. Questo può essere particolarmente difficile da affrontare, poiché il sesso è una componente importante del benessere emotivo e delle relazioni umane.

Cala inoltre il desiderio sessuale, noto come disturbo da desiderio ipoattivo, spesso correlato al declino dei livelli di testosterone nelle donne postmenopausa. Questo può portare a una distanza emotiva e fisica tra la donna e il suo partner, con conseguente disagio e frustrazione per entrambi.

Le donne che si trovano in questa situazione si trovano a sentire un senso di diminuzione dell’autostima a causa dei cambiamenti fisici associati alla menopausa, come l’aumento di peso o la perdita di tono muscolare. Questi sentimenti di disagio possono ulteriormente influenzare la volontà di cercare aiuto e trattamento per l’atrofia vaginale.

È importante comprendere che una sessualità soddisfacente è fondamentale per il benessere complessivo di una persona. Qui entra in gioco Kinesis Medical Center: avere delle soluzioni efficaci per affrontare l’atrofia vaginale. Può contribuire non solo a migliorare la salute fisica, ma anche a ristabilire un senso di fiducia in se stesse e nelle relazioni intime. 

Nonostante sia ampiamente diffusa, l’atrofia vulvo-vaginale (AVV) è una patologia spesso trascurata a causa della sua natura intima, che come abbiamo visto, può suscitare imbarazzo e vergogna nelle donne. Questo rende difficile discuterne anche con i medici di medicina generale.

La comunicazione gioca un ruolo fondamentale nel superare questi pregiudizi e garantire che voi donne riceviate la cura di cui avete bisogno.

atrofia vulvo vaginale 2

COME CURARE L’ATROFIA VAGINALE?

Affrontare l’atrofia vaginale richiede un approccio completo che inizia con il riconoscimento precoce dei sintomi associati a questa condizione. Molte donne, pur avvertendo fastidi, tendono a sottovalutare il problema o addirittura a considerarlo come parte integrante dell’invecchiamento, accettandolo come una condizione inevitabile. NON È COSÌ! Va compreso che l’atrofia vaginale non è una parte normale del processo di invecchiamento e che esistono opzioni di trattamento disponibili per alleviare i sintomi e migliorare la qualità della vita.

Il primo passo cruciale è quindi consultare un ginecologo esperto, che possa valutare accuratamente lo stato dei tessuti vaginali e proporre un piano terapeutico personalizzato. Durante la visita, il medico esaminerà i sintomi riportati dalla paziente e potrebbe eseguire esami specifici per confermare la diagnosi di atrofia vaginale. Questi test possono includere la misurazione del pH vaginale e la valutazione dell’indice di maturazione vaginale.

Le opzioni terapeutiche per l’atrofia vaginale sono diverse e dipendono dalle esigenze specifiche della paziente. Tra le opzioni più comuni vi sono l’uso di gel e creme idratanti e lubrificanti, che possono contenere sostanze come l’acido ialuronico o il polycarbophil, e sono utili sia durante i rapporti sessuali sia per il mantenimento della salute vaginale quotidiana.

Le terapie ormonali locali, che coinvolgono l’applicazione di creme o ovuli contenenti estrogeni direttamente sulla zona interessata, sono spesso raccomandate per le donne con sintomi più gravi o persistenti. Queste terapie aiutano a ripristinare l’equilibrio degli ormoni nella zona genitale e possono contribuire a ridurre i sintomi associati all’atrofia vaginale.

TERAPIA LASER CON MONNALISA TOUCH

Nel caso in cui le terapie ormonali non siano appropriate o efficaci, possono essere considerate altre opzioni, come il Laser MONNALISA TOUCH, trattamento non chirurgico innovativo qui al Kinesis Medical Center a Padova. Questi trattamenti innovativi agiscono direttamente sui tessuti vaginali stimolando la produzione di collagene e favorendo la rigenerazione dei tessuti. Con risultati positivi sulla salute vaginale e sul benessere complessivo della paziente. La terapia, di breve durata e indolore, non necessita di tempi di recupero, permettendo un immediato ritorno alle attività quotidiane.

Vi invitiamo a consultare la pagina del Trattamento Laser per la cura dell’atrofia vaginale.

Indipendentemente dall’opzione terapeutica scelta, è importante seguire le indicazioni del ginecologo e sottoporsi regolarmente a controlli per valutare l’efficacia del trattamento e apportare eventuali modifiche al piano terapeutico. 

In conclusione, vogliamo che grazie al nostro supporto e la guida dei nostri Specialisti Ginecologici possiate gestire efficacemente questa condizione e migliorare la propria qualità della vostra vita. 

Con la giusta cura e il sostegno adeguato, è possibile affrontare l’atrofia vaginale e riprendere il controllo della propria salute e del proprio benessere. 

Presso Kinesis Medical Center, comprendiamo come questa patologia sia non solo un disagio fisico ma anche una vera sfida emotiva da affrontare quotidianamente, e ci impegniamo a fornirvi un ambiente accogliente e di supporto per tutte. 

I nostri ginecologi esperti sono qui per ascoltarvi, guidarvi e offrirvi le migliori opzioni di trattamento personalizzato, affinché possiate tornare a godere pienamente della vostra vita senza più questo peso. Non rinunciate alla vostra felicità e al vostro benessere!

COME PRENOTARE UNA VISITA DA KINESIS MEDICAL CENTER

Prenota una visita dal Ginecologo a Padova, il Dott. Enrico Tognazzo riceve tutti i giovedì su appuntamento. Prenota una visita ginecologica con il nostro specialista. Compila il form qui o chiama al 0496 81 818 o al 342 31 25 728. Siamo disponibili dal Lunedì al Venerdì dalle 8:30 alle 20:00 e il Sabato dalle 9:00 alle 12:00.

LE NOSTRE RECENSIONI

Laura Rossi
Laura Rossi
21/02/2024
Ho usufruito del servizio di dietologia. La dott. Toson è gentile, simpatica ed estremamente competente
Maurizio Busti
Maurizio Busti
12/02/2024
Precisi e gentili
Vittoria Beggiato
Vittoria Beggiato
07/02/2024
Un ringraziamento particolare va al Prof. Maurizio Ercolino, persona speciale e dall’ormai rara umanità. Grazie di cuore davvero!!
Anna Maria Basilisco
Anna Maria Basilisco
05/02/2024
Puntualità professionalità e accoglienza molto positive
Fiorenza Panerai
Fiorenza Panerai
31/01/2024
Esperienza assolutamente positiva,personale professionale e molto accogliente
Luca Perna
Luca Perna
28/01/2024
Grandi medici e grande personale consigliassimo
Roberto Voltolina
Roberto Voltolina
13/01/2024
Puntualità e cortesia distinguono questo centro polifunzionale.

IL TUO SPECIALISTA

Dott. Enrico Tognazzo

Specialista in GINECOLOGIA

orari ricevimento: Tutti i Giovedì  su appuntamento.

Top

Prenotazione Online 

In pochi istanti potrai prenotare in autonomia la tua visita presso il Centro Medico Kinesis Med ad Albignasego il giorno e l'ora che preferisci.